Barbara Alberti, le frasi celebri e imperdibili della scrittrice

Barbara Alberti è nata a Umbertide (Perugia) l’11 aprile 1943. Dopo la laurea in filosofia (conseguita alla Sapienza, Roma), ha intrapreso la carriera di scrittrice. Negli anni si è affermata come una delle personalità più prolifiche e originali nel mondo della letteratura, divenendo sceneggiatrice, drammaturga, giornalista nonché opinionista, personaggio televisivo e conduttrice radiofonica. A gran sorpresa, nel gennaio del 2020 è entrata in qualità di concorrente nel Grande Fratello Vip, prendendo parte alla quarta edizione del reality di Canale 5 (Mediaset).

Di seguito è stato stilato un elenco di frasi celebri di Barbara Alberti, utili a descriverne il fine e acuto pensiero intellettuale.

L’amore impossibile è sempre una tentazione pazzesca

A me piace scrivere e stupirmi

Le donne ridono. È una ricchezza incalcolabile

Io vivo molto la vita. Neanche mi specchio

La Chiesa cattolica è una multinazionale

Se scrivessi ragionevolmente, scriverei grandissime stupidate!

Io cerco di pensarmi il meno possibile. Mi do fastidio

La vecchiaia è una maledizione biblica ed è la porta della morte

Mi credo più buona di quel che sono

Qui, tanta tecnologia tanto progresso, ma stiamo tornando alla clava

La tv è solo una scatola, i soldi sono carta… bisogna vedere come li si usa

Il primo senso di colpa nasce dal fatto che una vi mette al mondo! Poi ce ne sono tanti altri

Il denaro fa si che uno come Trump oggi sia il Presidente degli Stati Uniti

Mi fanno terrore i social network, non sono pronta per una ipercomunicazione che è controllo reciproco

Se dico sempre la verità? No, mi viene comodo ma ai nemici si mente sempre. Ai nemici ed ai rompipalle

Ormai faccio finta di conoscere tutti visto che non mi ricordo niente, per non fare la figura della vecchia scema

Si buttano a mare i giovani e le donne! Non è un Paese per donne. Nove su 10 devono rinunciare alla maternità

Non so per quale mostruoso motivo questa battaglia per l’utero in affitto passi come una battaglia di sinistra

Adesso viene allevata con cura una generazione di disadattati che a cinque anni si sentono dire: “Non c’è posto per te”

(Su Donald Trump) Dopo Obama diventa Presidente degli Stati Uniti uno che è persino appoggiato dal Ku Klux Klan. Un incubo

Cambiate età ogni giorno. Siate nonne a quindici anni, fidanzate a ottanta, ma non siate mai quello che gli altri vogliono

Ha vinto il capitale, la materia è più importante dell’uomo. Stiamo morendo soffocati dalla plastica, da qualcosa che non ci dà neppure gioia

Stiamo diventando tutti schiavi di una mentalità capitalistica e quello che mi fa davvero inca..zare è che troviamo normale questa cosa

Sbaglieremmo pensando che i nostri politici ci rappresentano. E tra i personaggi pubblici esiste una mappa di coraggiosi straordinari

Mi sento una mondezza come scrittrice ogni qual volta che varco la soglia di una libreria. Esce troppa roba e nessun essere umano può leggere tutte quelle cose

Il delitto è un atto estremo, e va onorato con una pena adeguata. Ho orrore della pena di morte quanto dell’indulgenza verso l’assassino. C’è dietro lo stesso disprezzo verso la vita umana, la stessa sorda immoralità

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *