John Fante, le frasi più belle dello scrittore americano

John Fante è stato un celebre scrittore e sceneggiatore americano, vissuto tra il 1909 e il 1983. Dopo un’adolescenza decisamente turbolenta, nel 1930 lo scrittore sbarcò a Los Angeles dove iniziò a dedicarsi alla narrativa. Tra i suoi romanzi più famosi c’è senza dubbio Chiedi alla polvere del 1939.

Si tratta di uno dei romanzi che hanno maggiormente contribuito al successo di John Fante e che ha come protagonista Arturo Bandini, alter ego dello scrittore stesso.

Ecco di seguito un elenco con le frasi più belle di John Fante e le citazioni tratte dai suoi scritti più celebri

Vivere era già abbastanza difficile, ma morire era un compito eroico.

Per scrivere bisogna amare, e per amare bisogna capire.

Il mare è un mito. Non è mai esistito.

I figli erano i chiodi che lo tenevano crocifisso a mia madre.

Tu non sei nessuno e io avrei potuto essere qualcuno, ma la nostra strada è l’amore.

Il male del mondo non era più tale, ma diventava ai miei occhi un mezzo indispensabile per tenere lontano il deserto.

Sii libero capo, è l’unica cosa che conta.

È meglio morire di bevute che morire di sete.

L’uomo di ingegno di riserva alcune prerogative, ad esempio la scelta dei propri interlocutori.

Impossibile ritrovare la mia solitudine, dopo che se ne fu andata, o sfuggire al suo strano profumo.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *